Tagged with " x-spat player"
Mag 26, 2011 - 3D audio, musica, soundscape    No Comments

Massimo Liverani utilizza il 3D-EST per la sua Stazione di Rilassamento Psicoacustico

KAEO2011.pngKeep an Ear On“, Simposio Internazionale sul Paesaggio Sonoro, Le Murate, Firenze, dal 19 al 22 Maggio 2011. Massimo Liverani e Pino Gori presentano così la loro installazione:

KAEO04small.jpg“La stazione è un luogo di passaggio, di sosta, di pausa nel viaggio quotidiano. Tutto si muove girando vorticosamente, e noi in esso. Basta poco per ‘staccare’ un attimo, un momento, basta ‘poco’ per staccarci dal resto per alcuni minuti. Un ambiente fruibile, semplice e accogliente, un’occasione per cercare il nostro equilibrio in uno spazio con suoni appositamente scelti e progettati, suoni che utilizzano le tecniche dei battimenti binaurali. Sdraiatevi sui materassini e rilassatevi per 10 minuti cercando di liberare la mente e farvi inondare dal suono diffuso in 3D, il suono del gong è ogni dieci minuti”.

KAEO01small.jpgProgetto, tessuto, bambù e corda a cura di Pino Gori. Sonorizzazione psicoacustica a cura di Massimo Liverani e artisti vari. X-spat player e casse per impianto 3D-EST 8.0 fornito da A&G Soluzioni Digitali. Opera disponibile anche in formato 3D-EST disc per lettori blu-ray e home theater, con il titolo “Rilassamento Tridimensionale“.

Apr 25, 2011 - 3D audio    No Comments

Audio 3D alla Fondazione Geiger

Dal 23 aprile al 29 maggio 2011, presso la Fondazione Geiger, Sala delle Esposizioni, Corso Matteotti 47, Cecina (Li), un paesaggio sonoro 3D composto da Francesco Landucci e spazializzato in 3D-EST da Luigi Agostini, complementerà l’installazione “L’uomo, fra influssi e cambiamenti” di Liz Gehrer.
L’accesso al pubblico sarà riservato, dal martedì alla domenica, dalle 16 alle 20. Ovviamente la sala resterà chiusa il lunedì. Ingresso libero.

Liz Gehrer è nata nel 1949 a San Gallo (in Svizzera), dove tuttora vive.
Con la sua arte desidera mostrare una visione insolita, una percezione particolare delle questioni di ogni giorno poiché, diversamente da quello che appare alla maggior parte delle persone, è la quotidianità che risulta essere degna di nota, è nell’ordinario che si nasconde lo straordinario; i temi che pertanto affronta sono ad esempio i rapporti tra gli esseri umani, l’ambiente e la natura, la nostra esposizione al flusso delle informazioni, la possibilità e l’assenza di legami tra gli Uomini.

La dotazione tecnica dell’impianto 3D acquistato dalla Fondazione Geiger comprende un X-spat player e otto diffusori acustici amplificati posti su due livelli diversi di altezza, in posizione irregolare. La compensazione dei ritardi e dei volumi è stata calcolata a priori con gli algoritmi offerti da una A&G X-spat boX2 e le otto tracce separate sono state registrate su SD card. Quest’ultima è stata poi semplicemente inserita nello X-spat player per la riproduzione in loop. La possibilità di cambiare in qualsiasi momento SD card permetterà alla Fondazione di offrire soundscape 3D sempre nuovi per le loro mostre e installazioni.

Ott 8, 2010 - Livorno    No Comments

L’evoluzione della biosfera, può trascurare il paesaggio sonoro mondiale?

darwinteilhardlibro.jpgIn occasione della presentazione del libro “Darwin, Teilhard de Chardin e gli altri…” di Ludovico Galleni, tre paesaggi sonori in 3D-EST sono stati eseguiti per mezzo di un X-spat player nell’Auditorium Chiti dell’Istituto Musicale Mascagni a Livorno.

1 – Nuova Guinea – Eneahead è lo pseudonimo dietro il quale si nasconde un personaggio molto conosciuto per gli addetti ai lavori del settore audio professionale; una personalità schiva e originale che ha letteralmente cambiato …volto al mercato musicale professionale italiano negli anni novanta del secolo scorso; compositore e sound designer molto apprezzato, i suoi lavori sono stati ripetutamente utilizzati in molti teatri e musei di tutto il mondo.

2 – Darwiniana – Stefano Agostini, Max Biasioni e Luigi Agostini.
Darwiniana è una soundscape composition composta partendo da una improvvisazione acustico-elettronica di Stefano e Max, successivamente spazializzata in 3D-EST e “contrastata” da Luigi utilizzando vari campionamenti di suoni naturali. Nell’ambiente tridimensionale realizzato si materializza improvvisa la ¹voce dello storico direttore del Darwin Online, John van Wyhe, che legge l’introduzione del Beagle Diary di Charles Darwin.
¹ Audio file gentilmente fornito da Clive Brill. Riprodotto con il permesso di Clive Brill e Jo Stone-Fewings.

3 – Aptate lampades vestras – Fabio De Sanctis De Benedictis
Aptate lampades vestra è una composizione originale del compositore e violinista Fabio De Sanctis De Benedictis, titolare dal 1998 dei corsi di armonia e analisi presso l’Istituto “Mascagni”, già docente di Armonia presso il CMT, ex presidente ancora membro dell’associazione MuESLi. L’associazione nasce nel 2007 e la volontà dei soci fondatori è quella di unire le rispettive energie e competenze per dar luogo ad una realtà capace di porsi come riferimento nella diffusione della cultura musicale legata alla sperimentazione e all’uso dell’elettronica. La riproduzione dell’opera in 3D-EST è stata programmata da Luigi Agostini su specifiche istruzioni del compositore.

Giu 30, 2010 - Livorno    No Comments

Il Suono e la Forma

RnV2010_0190.gifRnV2010_0191.gifRnV2010_0192.gif“Running”, di Luigi Agostini, ha complementato la scultura “Vai” di Paolo Filippi, il 26 Giugno 2010 a Villa Sansoni, Livorno.

Ott 28, 2009 - soundscape    No Comments

Yoursoundscape a LuBeC09

Una fantastica edizione del LuBeC quella appena terminata, numerosi contatti interessanti e l’approvazione unanime dei paesaggi sonori proposti per mezzo di X-spat player ci gratificano e ricompensano per tutti gli sforzi fatti in passato e per quelli programmati per il futuro. Se considerate che stanno per partire i lavori all’Auditorium dell Mascagni per la mega installazione di X-spat boX2 e che voci di corridoio sussurrano di un possibile evento patrocinato dall’Audio Engineering Society per presentare a livello internazionale la nostra tecnologia, direi proprio che quest’autunno promette bene… Alla prossima, Luigi.